Eventivenerdì 19 febbraio 2016

Eventi imperdibili nel Sulcis-Iglesiente: da Mare e Miniere ai Riti della Settimana Santa

Anteprima dei Seminari di musica, canto e danza popolare dal 24 al 26 marzo ad Iglesias: un fittissimo programma artistico, educativo e naturalistico nello spettacolare Sulcis-Iglesiente

Eventi imperdibili nel Sulcis-Iglesiente: da Mare e Miniere ai Riti della Settimana Santa

Organizzata dall’Associazione Elenaledda vox, con il contributo della Fondazione Banco di Sardegna, della Regione Autonoma della Sardegna e dei comuni coinvolti, la rassegna musicale itinerante Mare e Miniere giunge alla nona edizione proponendo un ricco programma artistico, educativo e naturalistico, il cui obiettivo è ridare centralità ai luoghi legati al mare e alla cultura geomineraria del Sulcis-Iglesiente, un territorio dalle radici culturali profondissime e dal fascinoso patrimonio storico e archeologico.

Seguendo la collaudata formula delle precedenti edizioni, dall’area sulcitana la rassegna si irradierà in tutta l’isola con concerti ed eventi che toccheranno località di tutta la Sardegna, coinvolgendo le comunità e richiamando per tutto l’anno visitatori non solo interessati a consumare il magnifico blu delle acque mediterranee, ma anche a trovare benessere psico-fisico personale e a dedicarsi alla formazione culturale.

Dal 24 al 26 marzo, Iglesias ospiterà l’anteprima dei Seminari di Musica, Canto e Danza Popolare con i corsi di Canto Popolare (docenti Elena Ledda e Simonetta Soro), Organetto Diatonico (docente Totore Chessa) e Launeddas (docente Luigi Lai). Sarà un’occasione preziosa non solo dal punto di vista musicale, ma anche per assistere dal vivo ai meravigliosi riti della Settimana Santa che annualmente si tengono ad Iglesias.


I Riti della Settimana Santa ad Iglesias
Risalenti alla fine del Seicento e profondamente legati alla dominazione spagnola della Sardegna, i riti della Settimana Santa di Iglesias vengono organizzati dai Germani (dallo spagnolo hermano) della Confraternita del Santo Monte. A partire dalla Domenica delle Palme, la città entra in un clima particolare, la tradizione torna a vivere nelle strade e nei vicoli della città vecchia: c'è attesa per i riti e le processioni, durante le quali è possibile vivere veri momenti di spiritualità. Il Martedì Santo si svolge la Processione dei Misteri, durante la quale sette simulacri, simbolo della Passione di Cristo, vengono trasportati in processione per le vie cittadine. Il Mercoledì si svolge la Benedizione con la reliquia del "Lignum Crucis", mentre il Giovedì il simulacro della Madonna Addolorata viene trasportato in sette chiese dove viene allestito il Sepolcro. La mattina del Venerdì Santo i Germani salgono al quartiere Sa Costera, mimando l’ascesa verso il Calvario. Qui, in una funzione privata a loro riservata, si svolge il rito de S'Incravamentu (la crocifissione). La sera, invece, ha il luogo il rituale de S'Iscravamentu (la deposizione). Ad essa segue la processione più suggestiva dell'intera settimana, la Processione del Descenso: si tratta di un corteo funebre che, nel buio illuminato solo dalle luci tremolanti delle fiaccole, riconduce il simulacro in città.


Il programma dei Seminari dal 27 giugno al 2 luglio
Il programma di Mare e Miniere 2016 entrerà poi nel vivo dal 27 giugno al 2 luglio con la serie completa dei Seminari di Musica, Canto e Danza Popolare, in un’edizione arricchita ed ampliata nella proposta formativa, dopo il grande successo di pubblico degli scorsi anni. I corsi saranno tenuti da grandi maestri come Luigi Lai (Launeddas) e Totore Chessa (organetto diatonico), depositari del repertorio tradizionale della musica sarda, e da alcuni tra i principali protagonisti del folk italiano, quali Elena Ledda e Simonetta Soro (canto popolare), Pietro Cernuto (flauti di canne o pastorali), Carlo Rizzo (percussioni), Nando Citarella (percussioni e danze popolari con Nathalie Leclerc), Simone e Nicolò Bottasso (musica d’insieme), Alessandro Foresti (canto corale) e Giuseppe Molinu (ballo sardo). Gli stage sono indirizzati sia a musicisti già formati sia a chi desidera avvicinarsi per la prima volta al mondo musicale tradizionale. Gli orari (da confermare) saranno dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 17.00 alle 20.00.

Nei giorni di attività seminariale sono previsti concerti, balli e incontri letterari negli angoli più suggestivi di Portoscuso, nonché escursioni in barca e a piedi. L’iscrizione può essere effettuata per uno o due corsi: il primo si svolgerà al mattino, il secondo nel pomeriggio. A tutti i corsisti delle discipline musicali, viene offerta la possibilità di frequentare gratuitamente il corso pomeridiano di musica d’insieme. Naturalmente, alle attività didattiche del mattino seguiranno i concerti serali, che si trasformeranno in occasioni davvero uniche, nelle quali insegnanti e allievi potranno interagire in feste di musica e danze. Insomma, Mare e Miniere si conferma come un’esperienza davvero unica, da vivere intensamente tra musica, cultura e straordinarie bellezze di luoghi in cui è possibile riscoprire l’antico fascino del Mediterraneo, nei suoi angoli più nascosti e spettacolari.

cc

LINK UTILI

  • Scopri Cagliari - Scopri gli itinerari tra l’arte, i musei, l’archeologia, i mercatini, i quartieri e le spiagge.
  • Tappe da non perdere - Ecco alcuni itinerari storico-culturali per allietare la vostra vacanza.
  • Escursioni e tours - Proposte di itinerari alternativi in Sardegna.
  • Itinerari turistici - Qui riportiamo alcune piccole guide, complete di mappe stradali, per le visite in queste parti dell'isola.
  • SardenAnimaMia - Turismo "Fai da Te" rispettoso dell'ambiente alla scoperta dell'etnicità dei Sardi e del loro paradiso terreno.